Misure di Autoimprendiatorialità

misure di Autoimprenditorialità per la promozione e la creazione di nuove società o l'ampliamento di società già esistenti.

news

NEWS

II Ministero dello Sviluppo Economico attiverà a breve ai sensi del D.lgsl 85/2000 modificato con Decreto Legge n.145/2013, pubblicato in Gazzetta Ufficiale nr. 300 del 23.12.2013, misure di Autoimprenditorialità per la promozione e la creazione di nuove società o l'ampliamento di società già esistenti.

L'iniziativa è rivolta alle imprese composte in maggioranza - dei soci e dei capitali – da giovani tra i 18 e i 35 anni e Finanzia la produzione di beni e la fornitura di servizi in diversi settori.

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese:

1 . costituite in forma societaria;

2.   costituite da non più di 6 mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione;

3.       di micro e piccola dimensione secondo la classificazione comunitaria;

4.   in cui la compagine societaria sia composta, per oltre la metà numerica dei soci e di quote
             di partecipazione, da soggetti di età compresa tra i 18 ed i 35 anni ovvero da donne

Gli incentivi all'autoimprenditorialità sono applicabili in tutto il territorio nazionale

L'iniziativa prevede agevolazioni sotto forma di contributo a fondo perduto e mutuo agevolato e sostiene investimenti non superiori a 2,5 milioni di euro.

Gli incentivi, consistono nella concessione di mutui agevolati per investimenti, a tasso zero, per una durata massima di otto anni e per un importo non superiore al 75% della spesa ammissibile ai sensi della normativa comunitaria

I mutui verranno quindi concessi alle seguenti condizioni:

   durata massima 8 anni;

   importo massimo euro 1.125.000,00;

   importo   non   superiore   al   75%   delle   spese   ammissibili   (max spese ammissibili
1.500.000,00);

   eventuale richiesta di garanzia.

Per la concessione delle suddette agevolazioni, è necessario attendere l'emanazione del Regolamento di Attuazione, da parte del Ministero dello Sviluppo Economico, che indicherà anche le modalità di presentazione della domanda di ammissione alle agevolazioni. Con l'avvenuta emanazione del Regolamento, saranno pubblicati anche, la modulistica per la presentazione della domanda. Le domande verranno valutate in base all'ordine cronologico di presentazione, senza la necessità di bandi e graduatorie.